Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 2 di 3
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
 
Restauro Giradischi
Autore Messaggio
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Prova a saldare. Danni non ne fai. Nota che il cavetto nero saldato agli altri due piedini del potenziometro è il cavo schermato su cui transita il segnale di ingresso all'amplificatore. In particolare sul piedino di destra è saldata la calza che va a massa mentre su quello centrale è saldato l'anima centrale che porta il segnale.  Mi sembra quindi più che mai opportuno saldare il condensatore al piedino del potenziometro
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Intanto inizia a mettere in contatto le due estremità e vedi cosa succede, poi puoi tranquillamente saldarle.
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Franco ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Per verificare se l'amplificatore funziona basta toccare con un dito  l'ingresso dello stesso; si dovrebbe sentire un forte rumore/ronzio. Se questo non succede allora è senz'altro l'amplificatore. Controlla se la valvola (probabilmente una EL84 come dice kakilandian) si accende.

qual è l'ingresso dell'amplificatore? dove sono collegati i due fili?
Franco ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Se non dà più segi di vita, nel senso che il piatto non gira, la spia è spenta, e 'altoparlante è muto, è molto probabile che non arrivi tensione, Controlla a partire dalla spina la linea di alimentazione, vale a dire interruttore d'accenzione eventuale fusibile.
mi sembra che sia tutto collegato, non vedo soluzioni di continuità
Franco ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Prova a saldare. Danni non ne fai. Nota che il cavetto nero saldato agli altri due piedini del potenziometro è il cavo schermato su cui transita il segnale di ingresso all'amplificatore. In particolare sul piedino di destra è saldata la calza che va a massa mentre su quello centrale è saldato l'anima centrale che porta il segnale.  Mi sembra quindi più che mai opportuno saldare il condensatore al piedino del potenziometro
saldato, anche se non mi sembra un cavo schermato
Inoltre, anche prima di saldare il condensatore, portando il braccetto tutto a destra il piatto inizia a girare ma non si verifica lo scatto che lo mantiene in movimento. Infatti, rallenta e si ferma. Prima non succedeva!  
Inserisco qualche altra foto, anche della basetta come suggerisce kakilandian ed un particolare della valvola in accensione:
 Image  Image  Image  Image  Image  Image  Image
qui non si nota nella foto ma all'interno della valvola, sopra e sotto la parte scura, alcuni filamenti divengono incandescenti Image
e qui forse si vede meglio
 Image  Image
  e questo è il mio potente tester: Image
 




____________
Vanni
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)
Chi non ride mai non è una persona seria. (F. Chopin)
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Scappati tutti...?
E' tanto grave???  
 




____________
Vanni
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)
Chi non ride mai non è una persona seria. (F. Chopin)
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
vantango ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Scappati tutti...?
E' tanto grave???  


No Vanni niente di grave, ma con il tester hai capito dove c'è il problema?
 




____________
Giuseppe
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePageGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Non saprei da dove cominciare...
Se qualcuno potesse darmi qualche indicazione ne sarei felice  
 




____________
Vanni
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)
Chi non ride mai non è una persona seria. (F. Chopin)
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
E' un po difficile capirsi!

Prima di tutto c'è bisogno di una descrizione precisa dei guasti e quindi  procedere per prove successive e conoscere l'esito di tali prove.
Mi sembra di aver capito che la lampadina spia si illumina quando accendi girando la manopola del potenziometro di volume. Questo significa che arriva tensione.
Inizialmente avevi detto che il piatto girava regolarmente ma poi hai detto che si ferma dopo che si è avviato (???). Questo è un problema distinto dal guasto alla catena di amplificazione.

Dopo aver saldato il condensatore sul piedino del potenziometro è variato qualcosa?

Hai provato a toccare il piedino centrale del potenziometro?; su di esso è saldato l'anima del cavetto schermato che dovrebbe essere quello che porta il segnale all'amplificatore (almeno così sembra guardando le foto). Si sente rumore/ronzio?

Attendo risposte   
 



 
Ultima modifica di Franco il Mar 13 Feb, 2018 19:38, modificato 1 volta in totale 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Secondo me devi fare foto più grandi.
 




____________
Ciao, Pasquale
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Franco ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Prova a saldare. Danni non ne fai. Nota che il cavetto nero saldato agli altri due piedini del potenziometro è il cavo schermato su cui transita il segnale di ingresso all'amplificatore. In particolare sul piedino di destra è saldata la calza che va a massa mentre su quello centrale è saldato l'anima centrale che porta il segnale.  Mi sembra quindi più che mai opportuno saldare il condensatore al piedino del potenziometro


concordo ma i coassiali neri che vanno sulla scheda sono 2.... Secondo me vi sono serie possibilità che il circuito sia stato modificato. Non so a che scopo, forse girando le manopole i componenti sono stati divelti e la posizione giusta si è persa, ma quel condensatore e i collegamenti di entrambi quei potenziometri mi lasciano perplesso. Se fosse possibile trovare lo schema ..... o almeno il modello...
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Mi sa che se non è lui è il gemello!
https://www.radiomuseum.org/r/lesa_lesaphon_diamante.html
può essere utile?

Lo schema c'è ma come si fa ad ottenerlo con una risoluzione leggibile???
 




____________
Vanni
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)
Chi non ride mai non è una persona seria. (F. Chopin)
 
Ultima modifica di vantango il Mer 14 Feb, 2018 17:37, modificato 1 volta in totale 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
non l'ho capito. C'ho provato e mi son fermato davanti alla richiesta del numero di carta di credito  

Comunque il diamante ce l'ho (vedi foto ad inizio topic) ma non è lui .. il diamante ha due valvole.
E' piu simile al Zodyna o al Doryk ma lo schema differisce proprio nella zona potenziometri
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Image

La "sezione potenziometri" se non vedo male si presenta così. il segnale dal braccetto su coassiale giunge al potenziometro piu a dx dove lo stesso si presenta in parallelo, e riparte per la scheda. Le frecce rosse indicano forse moncherini di reofori di componenti?
Strano a dirsi ma che il collegamento giallo ci sia o meno (non riesco a vedere), il segnale da qui non passa all'altro potenziometro dove vi giunge forse attraverso il secondo coassiale quello nero più a sx.
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
Rolli, grazie! Appena ho un attimo provo a ricostruire lo schema ispirandomi al tuo lavoro.
Nel frattempo ho capito che si tratta di un Lesa PHONHOR.
 




____________
Vanni
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)
Chi non ride mai non è una persona seria. (F. Chopin)
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
vantango ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Nel frattempo ho capito che si tratta di un Lesa PHONHOR.


bene! anche se non si capisce come mai qui il phonhor ha un diverso circuito con due valvole. Secondo me ti conviene tirare giu lo schema e i valori dei condensatori e delle resistenze e poi ci si studia un po’ e si ripara (lo schema con un pentodo è comune) anche a costo di mettere componenti recenti (tanto credo che l’ipotesi del restauro “conservativo” non sia piu fattibile visto che gia contiene componenti di costruzione odierna).
Una cosa: sbaglio o l’hai sentito funzionare? se è così il guasto non può che essere dalle parti dei potenziometri dove si è dissaldato il cap., quella zona mi sembra martoriata  
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Restauro Giradischi 
 
In effetti ho provato a ricostruire uno schema ma, alla mia ignoranza, si aggiunge uno stato pietoso dei collegamenti dei potenziometri:
 Image

  Image

 Image

  Image

  Image

 Image

 Image  

Image

 Image
Ho provato a fare foto più dettagliate della zona.
Quando è stato acquistato è stato provato e, quanto pare, funzionava. Una volta a casa non si sentiva nulla.
Potrebbe dipendere (abbiate pietà di me) dal fatto che il regolatore dei toni ruota rispetto alla struttura (mentre il volume è ben solido) e si è dissaldato questo contatto?
 Image
Altrimenti non mi spiego il moncherino che presenta ancora dello stagno.
 




____________
Vanni
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)
Chi non ride mai non è una persona seria. (F. Chopin)
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:   
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 2 di 3
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario