Contenuti
  ABC Legnofilia
  ABC Legnofilia - Tornitura
  Patrick's Blood and Gore
  TUTORIALS
  TRUCCHI e IDEE
  MACCHINE ed ELETTROUTENSILI
  RECENSIONI UTENSILI
  ESSENZE
  FILMATI
 

Le Traduzioni DI Legnofilia


Patrick's Blood and Gore - Sponderuole - #92, #93, #94


  • Autore: Patrick A. Leach

  • Testi originali: http://www.supertool.com/StanleyBG/stan11.htm#num92

  • Traduzione: AlbertoA

  • Tutti i diritti riservati - Nessuna parte di questo contenuto può essere riprodotta in nessun modo senza l'esplicito consenso scritto dell'autore del testo originale e dello staff di Legnofilia.
    Permesso di tradurre concesso dall'autore Patrick A. Leach

    Image



Sponderuola - #92


  • Lunghezza 5 1/2";
  • Larghezza 3/4" (1" dal, 1962 circa);
  • Peso 1 1/2 lbs,
  • Anni di Produzione 1902-1969.


Andate a vedere la descrizione della #90, leggete ed applicate queste dimensioni per capire che sensazioni possa dare questa pialla.

ImageMa aspettate, c’è qualcosa in più da dire su questa pialla, come sulla #93, e la #94, che non si può dire del #90. Queste pialle più lunghe hanno sezioni di suola che sono molto più lunghe della piccola sezione frontale della “bull nose” #90. Di conseguenza, vi è una tendenza di queste sezioni frontali di disallinearsi nel corso del tempo con la sezione di coda a causa delle tensioni interne proprie della ghisa.

I modelli precedenti di questi pialle più grandi hanno sezioni di suola solidali. I modelli più recenti, da circa la Prima Guerra Mondiale in poi, dispongono di un disco circolare, che è ad incasso e apposta la sezione della suola. Non conviene andare a far saltare questo disco fuori dalla sede per scoprire cosa c'è dietro, ma se aveste fatto, trovereste una sezione cava, riempita con un cilindro di metallo per dare alla pialla il suo peso. Scavando la sezione della punta, Stanley è riuscita a superare il rischio della deformazione della sezione frontale rispetto a quella posteriore. Questo trattamento non era di garanzia che le due sezioni fossero allineate; una lavorazione poco precisa avrebbe inficiato lo scopo. Il disco ha il marchio della società impresso, quel logo riflette quello in uso durante al tempo in cui stata prodotta la pialla.

Il disco circolare è stato abbandonato negli esemplari più recenti di questi pialle, gli attuali modelli inglesi non hanno il disco. E’ probabile che il costo di produzione di queste pialle con il disco fosse diventato troppo costoso così le pialle sono state costruite come al momento della prima offerta - una sezione piena della parte frontale, con nessun disco.

I primissimi modelli di questa pialla, e delle suoi due sorelle maggiori che seguono, non hanno il numero impresso. Hanno anche una sezione frontale composita in cui una parte della suola anteriore viene fusa separatamente e poi inchiodata al resto del corpo. Questo metodo di produzione deve essere stato molto costoso, senza avere importanza il requisito di estrema precisione. Stanley, probabilmente, ha fatto questo per eliminare qualsiasi movimento della sezione frontale anche a molta distanza di tempo dopo che la fusione è stata lavorata. La quantità di materia di una sezione della punta solida potrebbe deformare o distorcere solo una frazione, mandando fuori allineamento la lavorazione della sezione della parte frontale rispetto a quella posteriore.

I bordi di accoppiamento della sezione di punta con la sezione posteriore sono diversi anche sul primo modello di queste pialle più grandi. Sono lavorate a formare un arco ampio e quindi solo il contatto fra le due sezioni è su 4 bordi piccoli, 2 su ogni lato. Questo metodo di accoppiamento delle due parti era più facile da lavorare perché c’era meno spazio nella sezione frontale che doveva essere rettificata, tuttavia la forza di accoppiamento di questo metodo non si è dimostrato sufficiente per reggere l'uso e il metodo è stato abbandonato subito dopo che essere stato provato.

Alcune delle pialle si possono trovare senza la nervatura trasversale che rafforza l'apertura in cui il palmo poggia sullo strumento. Il numero di modello, stampato sulla superficie piana della sezione di punta, può essere orientato verso il tallone o la punta (i numeri sono a testa in giù quando si confrontano diversi modelli di pialle).


Sponderuola - #93


  • Lunghezza 6 1/2 ",
  • Larghezza 1"
  • Peso1 3/4lbs
  • Anno di produzione 1902-1964.


Andate a vedere la #92, leggete ed applicatele queste dimensioni per capire che sensazioni possa dare questa pialla.



Sponderuola - #94


  • Lunghezza 7 1/2”
  • Larghezza 1/4” ,
  • Peso 2 lbs
  • Anni di produzione 1902-1943.


Andate a vedere la #93, leggete ed applicatele queste dimensioni per capire che sensazioni possa dare questa pialla. Questa è l'unica pialla della serie che si avvicina al ruolo delle pialle sponderuole infill inglesi più pesanti e più grandi, è una buona alternativa a quelle pialle costose, quando questa pialla si trova nella sua condizione tipica utilizzata. Detto questo, non sorprende che molte di questi pialle si trovino più in Inghilterra, i clienti americani non hanno mai sognato questo modello.

Questa pialla è la più difficile da trovare della serie, ed è doppiamente difficile da trovare in condizioni pristine, e con la nichelatura scintillante. Inoltre, a causa della lunghezza extra delle superfici di accoppiamento tra la sezione di punta e della sezione posteriore, l'area lavorata in cui i le due si appoggiano può essere spesso rotta o con pezzi della sezione frontale mancanti. Le pialle sembrano anche soffrire di rotture dove la sezione frontale si inarca verso il basso per incontrare la sezione posteriore più spesso che non sulle sue sorelle minori. Controllate questa zona molto attentamente perché crepe in questa sezione possono essere molto difficili da rilevare.









  
 legnofilia [ Mer 01 Feb, 2012 19:06 ] Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento