Contenuti
  ABC Legnofilia
  ABC Legnofilia - Tornitura
  Patrick's Blood and Gore
  TUTORIALS
  TRUCCHI e IDEE
  MACCHINE ed ELETTROUTENSILI
  RECENSIONI UTENSILI
  ESSENZE
  FILMATI
 
Disclaimer

Image
Questa scheda di

Image

Ŕ rilasciata nei termini della licenza

Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia

il cui testo completo Ŕ disponibile all'indirizzo:

http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/legalcode
(Una versione sistetica per comprenderne il senso Ŕ accessibile QUI)

Date di riferimento e soggetti detentori dei diritti sono espressamente indicati nel testo della scheda oppure in un paragrafo a parte intitolato "Detentori dei diritti".

NOTA BENE: la licenza si applica a questa scheda nella sua interezza, comprendendo quindi questo disclaimer, riferimenti completi ai detentori dei diritti, testi, immagini, disegni, contenuti multimediali, link, formattazione grafica, ecc.



LE SCHEDE DI Legnofilia


LE ESSENZE - African Blackwood





Descrizione


  • Nome Comune: African Blackwood; Ebano Mpingo

  • Nome Botanico: Dalbergia Melanoxilon (in passato classificato come Dyospiros Melanoxilon)

  • Famiglia: Leguminosae > Caesalpiniacee
    (nota: alcuni considerano le Leguminosae come un ordine composto dalle famiglie delle Caesalpiniacee, Fabacee, e Mimosacee, altri le considerano una famiglia con tre sottofamiglie).

  • Nome Commerciale: African Blackwood; Ebano Mpingo; Ebano del Mozambico; Grenadill.

  • Area di provenienza: ormai raro, un tempo diffuso in tutta la zona orientale del continente africano, dal Sudan al Sud Africa. Ormai confinato a Tanzania meridionale e Mozambico settentrionale. E' giÓ una specie semiprotetta, inoltre Ŕ prossimo ad essere inserito nelle liste delle specie protette CITES. :!:

  • Habitat: Miombo Forest, raramente presente altrove in gruppi isolati.

  • Descrizione dell'albero: piccolo albero del genere dei Palissandri (Dalbergia) che pu˛ raggiungere altezza di max 10-12 metri. Ha tronco contorto e ricco di rientranze, pliche e cavitÓ, con diametro max. 40-60 cm, spesso cavo negli esemplari pi¨ grandi. Raramente utilizzato al di lÓ del terzo inferiore. In passato Ŕ sempre stato considerato un ebano, anzi il re degli ebani, per le sue caratteristiche di superiore lavorabilitÓ e la facilitÓ della lucidatura..

  • Aspetto del legno: alburno poco esteso di colore giallastro al grigio-marrone;
    durame di colore variabile dal marrone scuro con venature evidenti a un nero-violaceo. Si scurisce ulteriormente arrivando al nero assoluto con l'ossidazione.

  • Caratteristiche fisiche:

    • densitÓ approssimativa: 1,2-1,4 Kg dm3

    • resistenza alla flessione: 170 N/mm2

    • resistenza alla compressione: 90 N/mm2

    • modulo di elasticitÓ: 16.000 N/mm2

    • restringimento radiale: 3%

    • restringimento tangenziale: 5%


  • ProprietÓ di lavorabilitÓ: il legno ha eccellenti proprietÓ fisiche sia statiche che dinamiche e resiste molto bene sia agli impatti che alla flessione. E' un legno molto duro che si taglia con difficoltÓ e richiede attrezzature adeguate per la lavorazione.
    La stagionatura Ŕ piuttosto lenta e tronchi e tavole spesse tendono a spaccarsi. Fondamentale sigillare le teste del legno immediatamente dopo l'abbattimento e favorirne una stagionatura graduale, possibilmente in tagli piccoli.
    Grande resistenza all'attacco di funghi, insetti e agenti atmosferici.
    Una volta stagionato Ŕ resistentissimo e non ha la tendenza a spaccarsi o a scheggiare tipica degli ebani veri e propri.

  • Principali impieghi: si impiega soprattutto per costruzione di strumenti musicali, che assorbe la maggior parte delle esportazioni. Inoltre per lavori al tornio, oggetti di pregio, lavori di scultura, intaglio o intarsio, pezzi per scacchiere e articoli di lusso vari. Ultimamente Ŕ (sfortunatamente) diventato di moda in Cina come legno per parquet.


by Legnofilia










  
 legnofilia [ Lun 27 Set, 2010 23:30 ] Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento